LA MODA CHE VERRÀ

IMG_2798
Jenny Walton in cappotto stampa acquerello e décolleté a motivo floreale di Prada e secchiello di Mansur Gavriel

Finalmente, è venerdì! Entusiasmo alle stelle per una nuova settimana che volge al termine e due giorni di meritato – e agognato – relax che, se splendesse il sole e potessi salutare il mare, potrei anche essere felice.

Il weekend chiama shopping: fisico o virtuale. Un giro in centro con le amiche per raccontarsi e dire e ridere e spettegolare. Qualche nuova conquista fatta di seta e lana (o poliestere e poliestere, per noi povere squattrinate comuni mortali). Uno spritz, per riscaldarci da quelle ore spese a passeggiare e strabuzzare gli occhi e provare abiti freschi, leggeri, fluttuanti. Un nuovo paio di scarpe, perché non ne avremo mai abbastanza. E poi, divano, vino rosso, computer, carrello virtuale stracolmo di novità e carta prepagata rigorosamente scarica – che il destino sa sempre come evitarci inutili colpi di testa, taglia trentotto.

Tutto pronto, ogni cosa segue il suo piano prestabilito, ma la domanda è: “Cosa acquistare? Cosa è di Moda oggi?”. La risposta arriva, puntuale come un orologio svizzero, dalle foto di street style delle Settimane della Moda di Londra, Milano e Parigi. Perché se è vero che oltre il vetro sembra ancora pieno inverno, sono solo quattro i giorni che ci allontanano dall’inizio ufficiale della nuova stagione – e noi amanti appassionate di Moda non possiamo farci trovare impreparate.

Processed with MOLDIV
pull&skirt: quando vuoi scoprire le gambe e sfoggiare le prime lievi gonne midi di stagione; quando il cappotto è ormai troppo ma una giacca leggera è troppo poco, c’è lui, il maglione, che ti tira fuori da qualsiasi problema di mezza stagione. A parte la rima poco riuscita e decisamente evitabile, un pullover oversize – e possibilmente ultra colorato – con il giusto quantitativo di lana all’interno, è il vero pezzo chiave di questa coda d’inverno che non vuole lasciare il posto ai primi raggi di primavera.

IMG_2806
total denim: non ce ne libereremo mai! Jeans + Jeans + Jeans = cool. Sempre! Meglio se ton sur ton, stupendo se abbinato alla giacca di tweed di Chanel, in tinta, che indossa Caroline de Maigret nella foto [per noi povere squattrinate amanti appassionate di Moda, Zara ha proposto un’ampia selezione di giacche di tweed, in svariati colori, anche a “prezzo speciale”]
Processed with MOLDIV
color blocking: quell’arte sublime di abbinare più “monocolori” creando una perfetta palette multicolore. Pierpaolo Piccioli ha lanciato l’amo con la sua collezione d’Alta Moda primavera/estate 2018 e le fashioniste, nelle passerelle sulle strade, hanno subito raccolto l’esca sbizzarrendosi in collage policromatici [più o meno riusciti]. I colori della terra, abbinati al cielo e al bosco, sono stati i più gettonati, insieme all’intramontabile rosso-rosa, i complementari giallo-viola, e il binomio rosso-verde che ha sorpreso piacevolmente.
IMG_2822
plastic cover: quando nasce una tendenza, la maggior parte delle volte, è opera di Kaiser Karl o Signora Miuccia. Certo, negli ultimi anni, si sono aggiunti Demna Gvasalia (Balenciaga) e Alessandro Michele (Gucci), Maria Grazia Chiuri (Dior) e Pierpaolo Piccioli (Valentino), ma nessuno potrà mai raggiungere le vette inarrivabili di Karl Lagerfeld che ha orchestrato la sua sinfonia di primavera in una [finta] riserva naturale, corredata di cascate sullo sfondo, con le modelle vestite di abitini di tweed nei colori delle acque coperti da involucri di plastica trasparenti. I trench di Burberry, i cappelli a tesa larga di Chanel, gli stivali della fashion collaboration tra Jimmy Choo e Off-White, i parka di Miu Miu, si sono rivelati la scelta giusta per affrontare quelle giornate di sfilate sotto la pioggia. Perciò, copritevi di PVC!

Processed with MOLDIV
soft tones: nuance delicate, naturali, quasi neutre, mixate tra loro, per un risultato chic!
IMG_2816
colori speziati: curry, peperoncino, zafferano, anice stellato, cannella, cardamomo, zenzero, cumino, pepe, liquirizia. Le note speziate aromatizzeranno gli abiti della primavera che verrà creando quella giusta via di mezzo tra il nero d’inverno e gli accenti saturi di luce solare.
Processed with MOLDIV
animalia: lo spirito selvaggio invade le giungle urbane coprendole di manti felini di stampe evergreen.
Processed with MOLDIV
giallo: sole, caldo, luminoso, intenso. L’estate addosso – non serve aggiungere altro!
IMG_2800
lilla: dicono che il viola sia il colore del duemiladiciotto ma è la sua sfumatura più chiara la nuance da indossare per i mesi che seguiranno. Perché ha qualche delicata goccia di rosa, una piccola dose fredda di blu e la giusta quantità di bianco che irradia il lilla di vivida luce.
Processed with MOLDIV
check suit: la tendenza dei tailleur (a quadri, in Principe di Galles, a motivo check) per lei rubati a lui, con le stoffe di lui adattate alle forme di lei sembra non avere fine. Neppure a primavera, nemmeno fuori dall’ufficio.
Processed with MOLDIV
b/n/r: un trinomio intramontabile, bianco-nero-rosso
IMG_2814
pure white: perché è elegante e sobrio e racchiude l’intero spettro cromatico in un’unica tonalità. Un pantalone bianco è per sempre, un blazer bianco è per sempre, un cappottino bianco è, anch’esso, per sempre – che il total white è perfetto al mare e sulla neve, sotto il cielo terso e anche bigio, con trenta gradi all’ombra e con tre gradi al sole. Iconico se abbinato al nero, sofisticato con le bollicine champagne, marinaretto quando mixato al blu, attualissimo se usato in quei collage policromatici che chiamiamo più agevolmente color block. Coco Chanel era una fedele sostenitrice del più luminoso dei colori e solo questo basterebbe a farci scegliere il bianco purissimo a primavera, e non solo.
Processed with MOLDIV
il completo spezzato: prendi una giacca – sagomata, sartoriale, a tinta unita o fantasia – la più classica versione dell’office look; abbinala ad un jeans, straight, skinny, cropped, sdrucito; aggiungi una t-shirt basica, di quelle che nel cassetto ne possiedi in triplice copia e di qualunque colore; completa con il mocassino di velluto o la pump in vernice, lo stivaletto di nappa e il sabot di raso con fibbia gioiello; il risultato sarà l’outfit più cool da rubare alle regine dello street style.
IMG_2824
LA giacca: non è un blazer qualsiasi, ma LA giacca. L’investimento che vale una vita, il capo che ti risolve ogni problema tutte quelle mattine in cui non sai come vestire e tutte quelle sere in cui non hai voglia di essere troppo appariscente ma neppure esageratamente banale. LEI c’è. Che sia di Chanel o di Zara poco importa – anche se i dettagli fanno la differenza e, in questo caso, ancor di più – LA giacca è un requisito fondamentale di ogni guardaroba femminile.
Processed with MOLDIV
mix&match: della serie “guarda le tendenze ma fa’ come ti pare!” e quindi via libera al leopardato abbinato al tartan, alle righe che incrociano i quadri, alle piume e le paillettes che incorniciano un cappotto maschile, ai fiori che sbucano dai cannoni – ah, quella era una canzone! – ché la Moda è un gioco che va preso molto sul serio, ma resta pur sempre un gioco per chi si sa divertire con l’incantevole rito della vestizione.

Ora non vi resta che dedicarvi ad un po’ di sano, immancabile, appagante, divertentissimo, shopping. Buon weekend!

Foto dalle gallerie di street style di Londra, Milano e Parigi, di Phil Oh per Vogue Runway.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...