STYLE INSPIRATION – QUEL BOMBER CHE NON FA GOAL

image

bomber
bomber ‹bòmë› s. ingl. [propr. «bombardiere»; nel sign. 2 è abbrev. di bomber jacket, propr. «giubbotto da bombardiere»] (pl. bombers ‹bòmë∫›), usato in ital. al masch. (e correntemente pronunciato ‹bòmber›). –
1.
a. Nel calcio, grande realizzatore di reti, cannoniere.
b. Nel pugilato, pugile di eccezionale potenza.
2. Giubbotto di pelle imbottito, col collo generalmente di pelliccia, simile a quello in dotazione agli equipaggi dei bombardieri americani durante la 2a guerra mondiale. Anche, giubbotto in tessuto sintetico, imbottito e senza collo, simile a quello oggi in dotazione agli equipaggi di aviogetti militari.
Fonte Dizionario Treccani

Bomber. Se nominassi questa parola al paesello mi risponderebbero a suon di nomi di calciatori e capitani, l’intera classifica marcatori dell’attuale campionato di calcio incluse le passate edizioni e tutti i più alti momenti (si fa per dire, eh!) di questo sport. Parola che aprirebbe un dibattito senza fine su Totti e Del Piero e Inzaghi (e non me ne vengono in mente altri) che coinvolgerebbe tutto il vicinato che vive aspettando il la per iniziare una tenzone calcistica – roba che Dante e Forese Donati, nei versi del Purgatorio, apparirebbero dilettanti alle prime armi. Ma gira così da queste parti, ahimè!

Bomber. Se penso a questo termine mi sovviene la tuta blu marino (o nera a seconda delle giornate) che indossavo durante le lezioni di educazione fisica alle medie e al liceo e le relative giustificazioni che accampavo per poter saltare quell’odiosa ora – che si sa, posso macinare chilometri senza alcuna fatica per un’allettante seduta di shopping, ma chiedetemi di chiudermi in una palestra a sollevare gambe e pesi e ripetere compulsivamente gli stessi esercizi controllando il respiro senza dimenticarmi di respirare, e mi troverete a terra in preda ad un (finto) malore improvviso, impegnata in una telefonata (farlocca) o darmela a gambe levate per quell’inconveniente (immaginario) dell’ultimo secondo. E lo so che non è cosa buona e neppure giusta mentire (e giurin giurello che non lo faccio quasi mai), ma la palestra scaturisce in me questo genere di reazioni. Poco importa se #agiugnoconlegambediGisele resterà solo un timido hashtag da aggiungere alla lista di quelli ritualmente utilizzati su Instagram.

Bomber, nel linguaggio della moda, è l’abbreviativo di bomber jacket, il giubbotto chiave della primavera 2016 che nulla ricorda più della divisa indossata in origine dai bombardieri americani. Sfoderato o leggermente imbottito. A tre zeri e low cost. In raso, in cotone pesante, in poliestere. Bianco, nero, verde smeraldo o militare. A tinta unita e a fantasia. Ricamato. Coperto di chinoiserie che si arrampicano su un braccio. Abbinato ad una gonna plissettata e all’abito ad anfora, al panta-palazzo in stile Seventies e agli shorts da Coachella festival. Da portare un’intera giornata in ufficio e per l’aperitivo di quindici minuti scarsi prima di rientrare a casa; al mare per ripararsi dal vento; durante la seduta di shopping del sabato pomeriggio con le amiche; all’appuntamento romantico con la gonna di tulle e il tacco che non può mancare. Il giubbotto dalla silhouette abbombata, senza collo, con zip a vista e fondo e polsini stretti da un’alta fascia elastica, sarà il capospalla più inflazionato di questo periodo dell’anno. Come le fashioniste, nell’ultimo mese di moda, hanno già avuto modo di (di)mostrare! image image image image image image image image image image image

Se non lo avete ancora capito, questa è la stagione del bomber – quello che non è capace a fare goal ma detta regole di moda!

Foto di street style da New York, Londra, Milano e Parigi nell’ultimo fashion month. Credits: Vogue Italia e Vogue America.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...