POS – PENSIERI IN ORDINE SPARSO

Chanel Haute Couture, Primavera-Estate 2013
Chanel Haute Couture, Primavera-Estate 2013 (foto di backstage by Chanel)

È passato qualche giorno – ehm, settimane, mesi – dagli ultimi pensieri in ordine sparso e ne sono successe parecchie di cose nel mondo della moda, con un mese di sfilate intenso e coinvolgente e una nuova stagione ormai nel vivo. Qualche notizia l’ho già buttata qua e là a mo’ di frase persa tra le altre, tante, parole; altre devo ancora condividerle col “grande pubblico” che ogni tanto si ferma qualche istante in questo piccolo spazio virtuale perso nella blogosfera e circondato di perle e tulle e profumo di camelie. Tutto in rosa. Ma prima di iniziare a godere del tepore primaverile, mi dedico alle ultime novità degli ultimi scampoli d’inverno.

Alessandro Michele è ufficialmente entrato nel mio cuore. Dopo le incertezze e lo scetticismo iniziale (qui), ora occupa un posto di tutto rispetto accanto a GBV, Kaiser Karl e D&G. Michele è un po’ l’uomo dei record: in cinque giorni ha dato vita alla sua prima collezione; ha vinto l’Oscar della Moda al suo primo anno della sua prima esperienza da direttore creativo; sta operando una rivoluzione di stile che non si viveva dai tempi di Saint Laurent, quello di Yves (Miuccia e Lagerfeld non rientrano nella categoria perché per loro, le novità, sono il pane quotidiano); e come se non bastasse, sarà il primo a presentare, il prossimo 2 giugno, la Cruise Collection 2017 nella Westminster Abbey – nel 2011 sede del matrimonio del Principe William e della bella Kate Middleton e luogo di incoronazione dei Re d’Inghilterra – il cui chiostro si trasformerà in passerella pronta ad accogliere le creazioni di quel genio creativo di Alessandro Michele.

Valentino a.k.a. Mister Valentino Garavani torna a disegnare. Per il Teatro dell’Opera di Roma e per Sofia Coppola che curerà la regia de La Traviata, l’Ultimo Imperatore della Moda collaborerà con il duo creativo attualmente ai vertici della Maison (Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli) nella creazione dei costumi per l’opera lirica di Verdi ispirata ad uno dei miei romanzi preferiti, La Signora delle Camelie di Alexandre Dumas. Sponsor di questo ritorno epocale, la Fondazione Valentino Garavani e Giancarlo Giammetti che ha voluto avverare uno dei sogni di sempre dello stilista. Così, Mister Valentino creerà i costumi di Violetta che prenderanno forma negli atelier couture della Maison mentre Maria Grazia e Pierpaolo si occuperanno di Flora e del Coro le cui vesti verranno realizzate dalla sartoria del Teatro dell’Opera. E il mondo della Moda non attende altro che tornare ad incantarsi dinanzi alle meraviglie del Maestro delle ruches e del rosso.

Bouchra Jarrar è il nuovo direttore creativo di Lanvin. La designer che presta il suo nome alla omonima linea di abiti couture, darà prova della sua abilità stilistica nella Maison francese che fu di Jeanne Lanvin, orfana di creative director dalla fine dello scorso anno. Dopo un decennio di Alber Elbaz, la stilista porterà un po’ della sua femminilità dal sapore militare al servizio del brand. L’esordio? Non prima del prossimo fashion month di settembre. La curiosità? Moltissima. In bocca al lupo, Bouchra!

Robert Pattinson è uno dei miei attori preferiti – dai tempi di Twilight che ho visto per la prima volta a Natale 2014 quando la saga si era già esaurita sul grande schermo, fino alle lacrime versate a fiumi per il film Remember Me, e molte altre pellicole ancora. Rob è anche DiorRob da quando l’ho osservato ammaliata correre sui tetti nello spot pubblicitario per la fragranza Dior Homme. Ora Pat ha deciso di fare il “salto di qualità” e da circa due anni sta lavorando alla sua linea di abbigliamento. Non si conosce il nome del marchio. Non si sa quando debutterà. Non si sa se sarà per uomo o donna o bambino o tutto insieme. Non si conosce nessun dettaglio di questa nuova avventura, ma so per certo che sarà un evento che farà discutere. Soprattutto se Rob presterà quel bel visino alle campagne pubblicitarie del suo brand.

Coachella è l’evento musicale che ogni anno ad aprile anima la costa occidentale degli Stati Uniti. Star, celebs, visitatori ma anche capsule collection create ad hoc per il festival più gitano della musica occuperanno i nostri giorni post-pasquali. Panorama è la risposta dell’East Coast che il prossimo luglio (22-24) radunerà a New York l’Olimpo della musica per tre giorni a tutto sound. Chi vincerà questa competizione canora made in USA?

Asos lancia la sua prima linea Bridal. Dopo aver dato veste alle damigelle di mezzo mondo, il colosso britannico ha deciso di creare abiti da sposa a portata (economica) di molte. Linee a sirena, volumi principeschi, completi rigorosi e tagli gitani, ogni bride-to-be potrebbe scovare l’abito bianco dei sogni tra le proposte low cost mentre cerca la solita gonna di tulle e riempie e svuota ripetutamente il carrello virtuale dello shop online di Asos.

Chiara Ferragni è quella blogger bionda che vanta seguaci a più su qualsiasi social network, è la fondatrice dell’insalata fashion più famosa del web, è creatrice di una linea di scarpe, occupa le copertine dei magazine di moda più in voga, dà lavoro ad un buon numero di membri della TBS Crew e fattura ogni anno cifre astronomiche. Nel 2017, la Ferragni inaugurerà il primo flagship store nella sua Milano mentre entro la fine dell’anno domini 2016 è prevista l’apertura di un e-shop nel quale acquistare le Chiara Ferragni shoes e una selezione di prodotti in edizione speciale creati da vari brand appositamente per TBS. E se c’è ancora chi nutre pregiudizi sulle blogger e i blog in generale, lei è la conferma che un buon team (e un geniale ex fidanzato, Riccardo Pozzoli) tutto può. Anche avverare sogni che si pensavano impossibili. In bocca al lupo, Chiara!

A lezione di trucco da Chanel, con Gisele! Si è ritirata dalle passerelle ormai un anno fa (qui), ha lanciato la sua prima monografia alla modica cifra di cinquecento euro, è mamma e moglie a tempo pieno e continua ad essere la modella (non più ufficialmente modella) più pagata al mondo. Ma per non farsi mancare nulla dal ventaglio delle infinite opportunità che una vita da Bündchen comporta, Gisele presta il suo volto a Chanel per una serie di lezioni a tema beauty pubblicate sul canale YouTube della Maison. In ogni episodio di Chanel Beauty Talk, Lucia Pica, Global Creative Makeup and Colour Designer di Chanel, incontrerà una donna (di quelle belle, belle, bellissime che prestano il loro volto alla Maison della doppia C) per diffondere i segreti beauty del brand. Il tutto si potrebbe tradurre con il tipico “come far sentire noi povere comuni mortali ancora più inutili di fronte a tanta bellezza”.

Rihanna è una donna tutto-fare e questo lo sapevamo bene. Canta, balla, “modella” advertising campaign, disegna per Fenty Puma by Rihanna e ora crea una capsule collection di scarpe con il re della calzatura Manolo Blahnik. La linea Denim Dessert Collection prevede alcuni modelli ispirati al più casual dei tessuti (il jeans) impreziosito da cristalli rigorosamente in cascate. Il pezzo forte? Uno stivale altissimo che si allaccia in vita, a metà strada tra un leggings e una scarpa e un pantalone ultra skinny. Non oso immaginare chi avrà il coraggio di acquistarlo… E indossarlo!

Le vendite di Zara nell’ultimo anno sono aumentate del 15%. Il colosso spagnolo è certamente la catena di fast fashion più diffusa nel globo, il suo fondatore è uno degli uomini più ricchi al mondo e quei capi in perfetto equilibrio tra copia ed ispirazione sono il desiderio preferito delle fashioniste con scarse risorse economiche. E, inutile dirlo, la mia mania di rifornire il guardaroba di abiti in 100% poliestere, ha apportato un contributo esponenziale allo “Zara affaire”. Perciò, Mister Zara, non mi merito un premio per questo? Sono certa che GBV comprenderà e mi perdonerà per l’alto tradimento.

Da qualche tempo sono sbarcata su Instagram ed ho portato anche lì i miei deliri di stile in formato foto 1:1. Mi trovate con il nome utente @piccolipensieridistile (quando si dice nomen omen) e se inciampate nei vari hashtag
#reginettadellivestreaming
#lamodaèilmiounicoamore
#labellezzaèneidettagli
#buongiornounfenicottero
#alcasualfridaydiciamono
#discarpenonneavremomaiabbastanza
#moriròinunmaredipoliestere
and so and so, non temete, è sempre la stessa ragazza delirante all’opera. Ovvero, me!

That’s all, folks! Ora possiamo goderci la primavera!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...