LE SFILATE IN DIRETTA STREAMING – MILANO FASHION WEEK: DAY 5 AND 6

Giorgio Armani autunno/inverno 2016
Giorgio Armani autunno/inverno 2016

Prologo: il brand che ha vietato i social media alle sfilate non troverà spazio nel mio angolino virtuale, neppure attraverso una semplice citazione – che le #reginettedellivestreaming non gradiscono tali giochini oscurantisti, tanto più se a cinque minuti dall’ultima uscita tutti i look erano chiaramente visibili su Vogue Runway. Detto ciò, veniamo a chi ha reso giusto omaggio all’era digitale.

La domenica della Milano Fashion Week ha solo un nome: Dolce & Gabbana. Non c’è altra casa di moda che riesca a creare un chiacchiericcio così potente tra addetti ai lavori e frequentatori del web. Tutti, nessun escluso, aspettavano la fiaba raccontata a suon di abiti gioiello e scarpette di cristallo e “i sogni son desideri” di quei due geni del Made in Italy, tanto da lasciar passare inosservati la gran parte dei brand minori impegnati in passerella nelle medesime ventiquattrore. Ma ai miei amati DG mi dedicherò più avanti.

Marni autunno/inverno 2016
Marni autunno/inverno 2016
Marni autunno/inverno 2016
Marni autunno/inverno 2016
Marni autunno/inverno 2016
Marni autunno/inverno 2016

Marni da il via ad una lunga e tempestosa giornata di moda, regalando qualche sprazzo di luce ad una grigissima Milano. Consuelo Castiglioni disegna una collezione che combina eleganza e creatività in un unicum eccezionale: un sapiente gioco di volumi che alterna le maniche a sbuffo delle bluse leggerissime alle gonne a sacco e i pantaloni con la staffa, le stampe in technicolor a fantasie floreali stilizzate nere su fondo bianco. Dai lobi delle orecchie cadono delle grosse perle che tracciano una linea immaginaria tra la sommità del corpo e le scarpe design col tacco scultura. Pelle di cera, aria rinascimentale e morbide onde tra i capelli fanno da contraltare all’esplosione di volumi e colori che veste di romanticismo grafico la donna di Marni.

Salvatore Ferragamo autunno/inverno 2016
Salvatore Ferragamo autunno/inverno 2016
Salvatore Ferragamo autunno/inverno 2016
Salvatore Ferragamo autunno/inverno 2016
Salvatore Ferragamo autunno/inverno 2016
Salvatore Ferragamo autunno/inverno 2016
Salvatore Ferragamo autunno/inverno 2016
Salvatore Ferragamo autunno/inverno 2016
Salvatore Ferragamo autunno/inverno 2016
Salvatore Ferragamo autunno/inverno 2016

Un pavimento a strisce multicolori fa da sfondo all’inverno variopinto di Salvatore Ferragamo in una sorta di battaglia delle righe che dal floor si proietta sugli abiti. Rosso, viola, calendula, azzurro e bianco e nero si alternano nei vestiti costruiti come collage di pannelli orizzontali che alternano lana e pelle tagliata a zig-zag e plissé, in accostamenti di tinte giocose; i cappotti sono sagomati da zip aperte che modellano la silhouette e lasciano fuoriuscire le gonne a corolla; il macro pied-de-poule si tinge di magenta e si accosta ai vivaci grafismi delle stampe. Anche il camoscio degli ankle boots si veste di righe mentre i sandali T-bar sono chiusi in punta da inserti di pelliccia ton sur ton. È una collezione eccentrica e al contempo raffinata, rilassata ma vivace, ed esprime tutta l’abilità di Massimiliano Giornetti di scrivere nuove regole stilistiche usufruendo della indiscutibile artigianalità italiana.

Missoni autunno/inverno 2016
Missoni autunno/inverno 2016

Missoni è la Maison conosciuta globalmente per il motivo a zig-zag che disegna la lana e Angela Missoni, per l’autunno/inverno 2016 non rinnega l’heritage. I capi in maglia multicolor si arricchiscono di fili in lurex che modellano vestiti sottili indossati sopra leggeri maglioni e lunghe sciarpe da annodare al collo e lasciar cadere a terra e i pantaloni morbidi e ampi e la cappa di frange laminate d’oro.

Giorgio Armani autunno/inverno 2016
Giorgio Armani autunno/inverno 2016
Giorgio Armani autunno/inverno 2016
Giorgio Armani autunno/inverno 2016
Giorgio Armani autunno/inverno 2016
Giorgio Armani autunno/inverno 2016
Giorgio Armani autunno/inverno 2016
Giorgio Armani autunno/inverno 2016
Giorgio Armani autunno/inverno 2016
Giorgio Armani autunno/inverno 2016
Giorgio Armani autunno/inverno 2016
Giorgio Armani autunno/inverno 2016

Domenica sera Giorgio Armani ha conquistato un immaginario Oscar della moda con il meraviglioso abito in fiore del colore dei fondali marini di Cate Blanchett che ha infiammato il red carpet, facendole guadagnare il titolo di best dressed della serata (lungo racconto seguirà domani). Ma in un cupo lunedì mattina milanese, il Re della moda torna alla raffinata monocromia che ha fatto la sua fortuna. Black Velvet è la scritta che compare a caratteri cubitali sullo schermo posizionato sul fondo della passerella e il velluto nero è anche il fulcro della collezione. Velluto, drammatico e prezioso, da sempre tessuto prediletto di Mr. Armani, riflette la luce producendo bagliori seducenti. I tailleur black pensati come pezzi di un puzzle da scomporre e ricomporre accostando i pantaloni morbidi e alle raffinate giacche acquerello e ai caban femminili, in velluto. Per la sera, il black velvet si interseca al pizzo incrostato di jais dei lunghi abiti fluidi senza spalline, ai colli a barca colorati delle bluse con maniche ampie, ai ricami floreali dei blazer avvitati, ai bustier dress coperti di cristalli, in un crescendo di visioni oniriche che culmina con il sexy suit finale coperto da un velo di tulle. È eleganza suprema, in Black Velvet.

I nativi americani in versione punk popolano la passerella di Dsquared2 in una commistione di ispirazioni militari e rockeggianti che fondono le sahariane al decorativismo puro delle giacche in taffetà con le spalle gonfie, le mini skirt sovrapposte ai leggings camouflage, i pantaloni samurai e i sandali gioiello, tutto giocato sui toni del caffè nero bollente.

Una collezione romantica e leziosa quella di Vivetta che esplora i colori pop (rosa, verde, azzurro, rosso) disegnando tailleur giocosi e ricamati di fiori, abiti in tulle e bluse in organza bordate di volants e finiture in pelliccia, colletti vittoriani e cappotti-vestaglia dal mood orientale.

E con l’ultimo racconto delle sfilate in diretta streaming si conclude anche questa Settimana della Moda di Milano. Le fashioniste sono già volate a Parigi ma io mi soffermerò ancora per qualche tempo sul’ autunno inverno Made in Italy. Nei prossimi giorni seguiranno dei focus sulle sfilate di Prada, Gucci e Dolce&Gabbana e i trend e lo street style e tutto quello che non ha ancora trovato il giusto spazio in questo piccolo spazio del web.

Buona Paris Fashion Week! E grazie Milano!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...