LE SFILATE IN DIRETTA STREAMING – DAY 5 & 6 (PE 2016)

Dolce & Gabbana primavera-estate 2016
Dolce & Gabbana primavera-estate 2016 

Anche se siamo già arrivati a Parigi e Anthony Vaccarello ha persino mostrato i suoi spacchi vertiginosi, non posso tralasciare gli ultimi due giorni della Milan Fashion Week. E scusate se la diretta si è trasformata nuovamente in differita.

Prima di GBV – e anche adesso che spendo e spando parole d’amore per Giambattista Valli – c’erano loro: Dolce & Gabbana. Ci sono sempre stati loro. Qualche anno fa pensavo alla moda e la associavo a Stefano e Domenico, sognavo e desideravo le meravigliose creazioni di Stefano e Domenico, e se l’unico abito di valore nel mio guardaroba è un D&G datato 2009 (magari un giorno vi racconterò anche questa storia) un motivo ci sarà. E c’è. E il motivo è semplice e comprensibile. Dolce & Gabbana sono la moda italiana. Loro la impersonano, la esternano, la mostrano al mondo attraverso la loro arte, attraverso i loro abiti che per la primavera-estate 2016 sono pensati come cartoline animate con scorci di Amalfi, Como, Sorrento, Roma, Taormina, Venezia. I monumenti simbolo del Bel Paese diventano stick di paillette da cucire sui long dress in pizzo nero e sulle gonne in cotone in caldi toni di giallo e arancio e sulle righe dell’abito a clessidra. La stampa carretto siciliano, le maioliche, i suit in tessuti tappezzeria e le corolle decorate di prati fioriti: sembrano tutti momenti collezionati durante il viaggio alla scoperta dell’Italia attraverso la sfilata di Dolce & Gabbana. È come se un turista camminasse da nord a sud guardando luoghi incantevoli senza riuscire a resistervi e li ferma in immagini con la sua borsa a tracolla che per l’occasione diventa una macchina fotografica da sapore retrò. E indossa i profumi e adorna le orecchie di pendenti a forma di limoni o mandarini, una tiara dorata sulla testa e un foulard annodato tra i capelli e tanti pom pom appuntati sulle scarpe. È un turbillon di sensazioni ed emozioni che esplodono nel gran finale, sulle note di That’s amore. Perché è vero, è questo l’amore. Questo siamo noi italiani. E questo sono Domenico Dolce e Stefano Gabbana (seguirà post approfondito).

Dolce & Gabbana primavera-estate 2016
Dolce & Gabbana primavera-estate 2016

Dolce & Gabbana primavera-estate 2016
Dolce & Gabbana primavera-estate 2016

Dolce & Gabbana primavera-estate 2016
Dolce & Gabbana primavera-estate 2016

Dolce & Gabbana primavera-estate 2016
Dolce & Gabbana primavera-estate 2016

Dolce & Gabbana primavera-estate 2016
Dolce & Gabbana primavera-estate 2016

Righe di ispirazione africana, ampi volumi, zig zag che si allunga in motivi zebrati, colori pop e ombretti in tinta per Missoni che coniuga rilassatezza e DNA in un mix and match di energia.

Eleganza austera e forme femminili, la donna vestita Salvatore Ferragamo è sospesa tra le linee sartoriali delle cappe trattenute al collo da nastrini e le righe iper colorate degli slip dress con grandi frappe portati lunghi fino alle caviglie dove sfiorano i laccetti attorcigliati delle décolleté a punta, in un insieme che raggiunge la perfezione.

Salvatore Ferragamo primavera-estate 2016
Salvatore Ferragamo primavera-estate 2016

Salvatore Ferragamo primavera-estate 2016
Salvatore Ferragamo primavera-estate 2016

Sembra il ritratto dell’estetica grunge, delle ragazzine di oggi che abbinano capi eterogenei senza sapere che direzione assumerà il loro stile, con le magliette portate con lunghi abiti, top voluminosi e pantaloni capri, maxi skirt e bluse abbondanti. Sembrano finiti i tempi di MSGM che vestiva le stampe di linee bon ton anni Cinquanta. Ora è il tempo di scendere in strada e lasciarsi ispirare dalla folla.

Giorgio Armani con la sua eleganza chic tinge di rosso l’ultima sfilata di Milano. Duchesse, seta, chiffon drappeggiano abiti da cocktail, bermuda lucenti portati con giacche micro e preziose, gonne ad A in organza. Il rosso si intreccia ai fili bianchi e blu di un caban, si sfilaccia in frange in un collier che sembra un gilet e forse lo è, si divide in righette in un cappello a tesa larga. È un fluire di rosso, lacca, geranio, e di blu e di jais e di cristalli che tempestano due lunghi abiti da sera che calano il sipario su questa MFW.

Giorgio Armani primavera-estate 2016
Giorgio Armani primavera-estate 2016

Giorgio Armani primavera-estate 2016
Giorgio Armani primavera-estate 2016

Giorgio Armani primavera-estate 2016
Giorgio Armani primavera-estate 2016

Giorgio Armani primavera-estate 2016
Giorgio Armani primavera-estate 2016

Grazie Milano, alla prossima fashion week!

Foto: Vogue Runway, CRFashionBook, Dolce & Gabbana

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...