ONE NIGHT ONLY

Marc Jacobs primavera-estate 2016

Non è il mio stile – non è assolutamente il mio stile.
È pop.
È grunge.
È eccessivo.
È colorato.
È esuberante.
È tracotante.
È estroverso.
È esagerato.
È sovraccarico.
È teatrale.
È la quintessenza dell’eccesso americano.
È troppo ma per qualche strano motivo è anche giusto.

Marc Jacobs non manca mai di stupire: è un designer, un artista, un visionario. Ma più di ogni altra cosa è uno showman e di riflesso la sua moda è scenografica, appariscente, spettacolare. A Parigi c’è Chanel, a Milano Dolce & Gabbana e Prada, a New York c’è Marc e la sua creatività rutilante e una sfilata che si trasforma in uno spettacolo di cabaret. Una première per l’esattezza, la prima di una pièce pensata per una sola rappresentazione – un’unica notte allo Ziegfeld Theatre, alla corte di Marc. Tappeto rosso e velluto carminio all’interno del teatro, l’orchestra che suona dal vivo un motivetto dal sapore retrò, pop corn e cola distribuiti agli ospiti per allietare la serata. All’esterno, invece, come ogni première che si rispetti, il red carpet e i fotografi assiepati di fronte la parete logata pronti ad immortalare le celebrities sulla passerella, sostituite per l’occasione da modelle.
Ciak, si gira! È ora di entrare a teatro.

Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016

È una storia a più voci, in cui c’è tanto – troppo. C’è la felpa blu e la gonna a pieghe, Maria Callas stampata sullo chiffon bianco, paillette dorate, il denim, le righe. Abiti lunghi e felpe, T-shirt e gonne ampie, shorts e blazer maschili. C’è il pizzo rosso intrecciato a quello viola, gli swarovsky buttati come polverina sul cappotto stampato, i ghirigori laminati ad enfatizzare il décolleté. C’è la varsity jacket e i leggings in vinile, il biker dorato, i pantaloni a vita alta e le camice dalle spalle pronunciate. C’è l’abito di seta che si attorciglia attorno al collo di Karen Elson e sventola via come un drappo steso ad asciugare, e le frange delimitano una giacca in tweed. C’è una bandiera americana appesa a tutta lunghezza su un jeans sdrucito e le stelle e le strisce applicate ovunque. C’è il vedo-non-vedo del long dress dorato, scollature profonde e spacchi inguinali, maniche lunghe e bra striminziti. C’è la tradizione americana e la storia di Marc Jacobs, tutto in un’unica collezione che unisce high and low, cheap and luxe, in uno sfavillante ed equilibrato quadro che cala il sipario sulla New York fashion week.

Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016
Marc Jacobs primavera-estate 2016

Foto by Kevin Tachman per Vogue Runway e The Cut

Annunci

One thought on “ONE NIGHT ONLY

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...