DI ROSA E D’ORGANZA

Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016

 

Se dovessi scegliere un colore – uno solo – da indossare ogni giorno, d’inverno e d’estate, in mare e montagna, in ufficio e anche all’altare, dalle otto del mattino fino alle dieci di sera e oltre. Un unico compagno da qui all’eternità, come quei matrimoni di una volta in cui il vissero felici e contenti si realizzava per davvero e se ci si sceglieva era per sempre. L’amico fedele, di quelli su cui puoi contare sempre e a prescindere da tutto, anche se ti svegli in preda alle crisi isteriche a causa di un jeans che fino a ieri ti stava perfettamente ma alla luce del sole non vuole saperne di oltrepassare i fianchi e stringersi in vita. Una sola tinta che dipinga ogni tessuto entri a far parte della tua vita, e ti faccia dimezzare i minuti di fronte all’armadio in cerca di ispirazione, e che ti stia bene sempre persino con i capelli in disordine e nelle grinfie del dio crespo e il colorito verde mela che non vede da mesi l’abbronzatura. Se dovessi scegliere un colore – uno solo – non avrei alcun dubbio, sarebbe il rosa.

Impalpabile, come la collezione primavera-estate di Carolina Herrera, fatta di solo rosa se non fosse per qualche accenno di bianco e blu notte del tailleur New Look che sogno da ieri. Rosa. Soffice come una nuvola d’organza che modella il corpo e si adagia in vita stretta da un semplice cordoncino in pelle e fluttua nell’aria, soave. Ciclamino di quelle pieghette portate a tutta lunghezza sui lati dell’abito drappeggiato quasi fosse un trench ma più leggero, d’organza. Pallido sule spalle appena coperte e poi sempre più scuro nelle righe stratificate da infinite tonalità di rosa. Dolce e raffinato ed elegantemente sobrio, rosa. Giovane e frizzante senza perdere l’aplomb da signora di gran classe che da decenni contraddistingue lo stile di Mrs. Herrera. Il rosa intrecciato nel crop top di piume di struzzo, decostruito nei pannelli verticali assemblati sul corpo nudo come fossero tessere di un graziosissimo puzzle, variopinto nella stampa floreale che con un solo velo di chiffon lega l’abito a colonna ai suoi capitelli appesi sul fondo. Rosa.

Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016 
Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016
Carolina Herrera primavera-estate 2016

Confesso, stavo aspettando il giusto input per tornare a commentare le sfilate, e Carolina Herrera (e Giovanna Battaglia che ha curato lo styling e che j’adore beaucoup) me lo ha fornito su un piatto d’argento. Decorato di rosa e d’organza.

Foto: Vogue Runway e T Magazine

Annunci

3 thoughts on “DI ROSA E D’ORGANZA

  1. Mi trovi in perfetto accordo con la tua frase “Se dovessi scegliere un colore – uno solo – non avrei alcun dubbio, sarebbe il rosa”. Complimenti per lo splendido commento a questa sfilata.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...