STELLA, STELLA, DELLE MIE BRAME

Stella McCartney Resort 2016
Stella McCartney resort 2016 

È una di quelle giornate in cui tutto quello che potrebbe andare storto, assume la piega sbagliata. I capelli hanno iniziato a ribellarsi ai primi accenni di umidità e non vogliono saperne di stare in posa. La cerniera del vestito preferito si è data malata costringendomi a rielaborare l’intero outfit solo dopo essere riuscita ad uscirne, da quel pezzo di poliestere. Il wi-fi fa le bizze e il blog continua a non salvare bozze ed è la quarta volta che ricomincio a scrivere. E tanto per non farsi mancare nulla, l’anemia (bestia nera della mia esistenza) ha deciso di venire a farmi visita in questa coda d’estate e mi ha ridotta alla pari di Kate Moss ai tempi di Pete Doherty (solo che lei barcollava per vida loca, io per globuli rossi sfaticati – c’est la vie!). E poi, per chiudere in bellezza questa giornata storta, mi sono ritrovata fuori casa e senza ombrello negli unici cinque minuti di diluvio universale giornaliero. Solita sfortuna all’opera e #buongiornounfenicottero (si, ho reso più gradevole il classico hashtag mattutino della community Instagram) e anche buona settimana da tutti i pianeti in quadratura che non c’è altra spiegazione a tanta sventura. È che quando una giornata parte in sordina, col passare delle ore può solo peggiorare, e non c’è arco in grado di raddrizzarne il tiro o cambiarne traiettoria.

Bon alors, rassegniamoci al destino, invochiamo il karma e…. Ho la soluzione a cotanta iella: Stella! No, non quella cattiva che ha illuminato il mio cielo stamattina e nemmeno la costellazione ricamata sugli abiti della collezione pre-fall di Valentino. E no, neppure la stella cadente che ho mancato per un soffio anche quest’anno. Stella McCartney, quella stilista tanto cool quanto à la page, un po’ girly e molto mannish. La figlia di Paul e mamma di quattro, sempre innovativa, sempre all’avanguardia. Quella che ha abolito ogni pellame di origine animale e lo ha sostituito con il 100% eco (tipo Zara ma di lusso); quella che le pellicce si ma solo faux; quella che la femminilità del pizzo la spegne con le linee sartoriali di un pantalone maschile; lavora la lana a trecce e in ruches; i fiori li usa ma li rende sportivi; declina il romanticismo in abiti lunghi e fluidi, leggeri e vibranti. Quella che se collezione Resort 2016 deve essere, che sia una rinascita, una nuova stagione di sogno e leggerezza.

Stella Mccartney resort 2016
Stella McCartney resort 2016 
Stella McCartney resort 2016
Stella McCartney resort 2016
Stella McCartney resort 2016
Stella McCartney resort 2016
Stella McCartney resort 2016
Stella McCartney resort 2016
Stella McCartney resort 2016
Stella McCartney resort 2016
Stella McCartney resort 2016
Stella McCartney resort 2016 
Stella McCartney: "And then we have all the evening wear, have you seen the evening wear?"
Stella McCartney: “And then we have all the evening wear, have you seen the evening wear?”
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...