MISS ANNA DELLO RUSSO, REGINA DELLA MODA (E DELLE CONTADINE TUTTE)

Anna dello Russo in Ulyana Sergeenko haute couture
Anna dello Russo in Ulyana Sergeenko haute couture

Stamattina qualcuno avrà googlato questo blog o letto una mail che reindirizzava a piccolipensieridistile.blablabla.com e mi avrà presa per matta. Stefania è impazzita! – e si che a volte lo penso anche io di me stessa per cui non avete sbagliato di tanto. C’era un post che in realtà doveva rimanere salvato tra le bozze ancora per qualche ora. Giusto il tempo di scrivere e aggiungere immagini e decidermi a schiacciare il famoso tasto pubblica che mi crea sempre molti problemi del tipo: “Non posso pubblicare! È troppo banale. Magari revisiono l’articolo tra un po’ e poi decido. Aspetta, forse cerco altre immagini. Anzi metto la seconda al posto della quarta, la terza come quinta, la prima in anteprima e l’ultima come ottava. No no torna indietro, dopo il blu ci vuole il grigio altrimenti non si armonizza. Oddio ho scritto giusto? Questa didascalia non va bene. Sicuro che i sandali siano di Valentino? Ho inserito troppe relative. Perché uso sempre subordinate relative quando esiste il gerundio? Basta, pubblico. No, programmo il post che tra due minuti si auto-pubblicherà e lascio a wordpress la facoltà di decidere se condividere o meno l’ennesimo capitolo dei deliri di una (presunta) blogger cioé me.” Avete ancora dubbi riguardo la mia follia? Basti pensare che Piccoli Pensieri di Stile conta 118 articoli pubblicati, 33 cestinati, 120 bozze (giuro! Ho le prove) – stessa follia all’opera direbbe qualcuno. Il problema è che quando hai troppe idee che ti ronzano per la testa, temi che qualcosa possa sfuggirti di mano e cerchi di prendere nota dei tuoi pensieri. Così ho imparato a scrivere liste (quelle che non rispetto mai), a buttare giù qualche riga, aggiungere titoli per poi dar vita ad un nuovo articolo per questo piccolo angolo virtuale. E così, ieri notte, mentre tutte le altre persone normali dormivano, io mi dedicavo all’aggiornamento dei feed di Instagram – attività che ormai mi occupa buona parte del tempo libero – con tutta la nonchalance che si conviene: un leggero sfioramento e via di foto che scorrono da Mykonos, Creta, Ibiza, il Forte. Cavolo siete tutti in vacanza! Quanto vorrei smaltire la doppia coppa di gelato alla frutta con una lunga passeggiata sul lungomare e al chiaro di luna! Un’occhiata al testo, uno sguardo all’ora quando arriva lei, Anna dello Russo. Al party più esclusivo dell’estate pugliese: due giorni di festa per il compleanno di Giampaolo Sgura e Brian Atwood a tema Il contadino”. Ma che mi prendete in giro? Mezza élite della moda radunata in un sobborgo pugliese per rievocare le sane tradizioni locali e Miss AdR come capobanda di questa ancestrale trovata. Geniale! penserebbero i più. Ridicolo dico io che in campagna non solo ci son nata ma mi trovo costretta a viverci, rinchiusa nel paesello, circondata da campi di grano e appezzamenti di girasole, orticelli grandi quanto una passerella di GBV coltivati a pomodori e lattughino dolce e erbe aromatiche usate a mo’ di recinzione. E poi cani e gatti e galli che puntuali come la fashion week si svegliano prima del sole e le cicale che allietano le serate trascorse in giardino a parlare del nulla insieme ai cugini del piano di sopra che incroci una volta a settimana mentre entri in macchina. Di fretta. Erba tagliata un giorno si e l’altro pure con immensa gioia di quella povera blogger che ha trovato nella moda il suo luogo felice. Da ragazza di campagna – con aspirazioni metropolitane e che appena mette piede nella capitale fa in modo di rimanerci il più a lungo possibile – conosco molto bene le attività manuali che la terra richiede. Mia nonna ci teneva a tramandarmi i suoi segreti. Ha tentato invano di insegnarmi sin da bambina come preparare la passata di pomodori, come fare la confettura, stendere le fettuccine, potare le rose, coltivare insalata ed innaffiare i fiori, mentre io mi incantavo davanti ai giochi di ruches di Valentino. Il punto è che tra la teoria e la pratica c’è di mezzo un oceano mare che di nome fa Moda. E il risultato di quasi ventiquattro anni di lezioni di agricoltura, giardinaggio, taglio e cucito, è che posso indicarvi il periodo migliore per travasare le peonie ma non chiedetemi di farlo personalmente che non saprei neppure da dove prendere il vaso (però vi posso elencare nel dettaglio tutte le uscite delle sfilate degli ultimi anni di Dolce & Gabbana e un cospicuo numero di designers italiani ed internazionali). Poi ieri sera la rivelazione.

Miss Anna dello Russo in costume tipico pugliese
Miss Anna dello Russo in costume tipico pugliese – Regina della moda e delle contadine tutte

Guardavo Anna dello Russo che passava pomodori sbollentati, in versione contadina haute couture, di Ulyana Sergeenko vestita, con corona di aglio sul capo, e pensavo: “Ecco, così mia nonna doveva dispensare i suoi consigli. Con un tocco di alta moda e l’aureola di vegetali in testa. In questo modo avrebbe fatto di me la contadina perfetta!”. Se solo ci avessi pensato prima!

Una regina
Una regina, il suo trono, l’abito haute couture e bodyguards di campagna 
Una regina e i suoi sandali (Valentino)
La regina e i suoi sandali stellati alla schiava (Valentino) – che stile! 
La regina apre le danze contadine
The queen apre le danze contadine, con corolla di aglio in testa – j’adore!

Foto: Instagram Anna dello Russo

P.S. Dopo questa piccola confessione sulle mie origini lontano dalle colate di cemento cittadine, continuate ad immaginarmi come la ragazza con le mani in tasca che indossa Zara come fosse GBV – ci vuole stile anche per questo, no?

Annunci

2 thoughts on “MISS ANNA DELLO RUSSO, REGINA DELLA MODA (E DELLE CONTADINE TUTTE)

  1. W noi ragazze di campagna che abbiamo quel qualche cosa in più : possiamo fare degli splendidi bouquet con rose curate da noi stesse, servire eleganti ricette con le verdure dei nostri orti, ma anche creare meravigliosi outfit !

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...