LE SFILATE IN DIRETTA STREAMING – DAY 2

image 

Mi diverto un mondo a guardare le sfilate in diretta, come una bambina con il suo giocattolo preferito – anche se di bambina è ormai rimasto ben poco a parte quell’entusiasmo infantile che mi travolge e mi illumina gli occhi di fronte ad ogni minima espressione della moda. E ci metto passione ed impegno nel seguirle, quasi fosse un lavoro la cui remunerazione è il puro interesse personale e la spiccata voglia di conoscere a fondo questo mondo tanto affascinante quanto proibitivo. Perché la moda è per pochi fortunati, si sa bene, ma sognare non costa nulla. E così sogno, con le sfilate; sogno attraverso le immagini che riesco a recuperare via web; sogno come mi vorrei vestire e cosa vorrei indossare prendendo spunto da tutto ciò che anima le passerelle.

image
Blugirl FW 2015

Sicuramente vorrei essere una ragazza Blugirl, con quell’innocente sguardo ammiccante celato dalla nuvola di ricci che ricadono composti sulle guance. E indossa graziosi abiti candidi sporcati di elementi naturali: fiori e frutta, animali e foglie. Un semplice vestitino bianco che si allarga sui fianchi ed ondeggia contro il suolo come onde del mare che si infrangono sulla riva. Un pantalone ampio portato con una tunica tagliata ad A nei toni aspri dell’azzurro. Una giovane figlia dei fiori impiantata nella realtà odierna con lo spirito ribelle dei lontani anni Settanta.

Max Mara FW 2015

imageVorrei coprirmi dei morbidi cappotti di Max Mara in tinte cammello e verde oceano. Abiti lineari, cardigan oversize a motivi geometrici. Una maglia trapuntata abbinata ad una semplice pencil skirt, essenziale, minimale. Senza troppi sfarzi ed eccessi se non quelli dei volumi abbondanti dei capispalla in cachemire che si avvolgono intorno al corpo e tengono al caldo il cuore. Ricordando Marylin ed il fascino retro delle dive d’antan.

image
Just Cavalli FW 2015

Anche Just Cavalli rievoca il passato attraverso l’esplorazione del giallo e del senape e del colore della terra e dell’arancio. Decori sfrangiati rivestono gli abitini svasati dalle gonne pieghettate e fuoriescono dai bordi delle bluse disegnate portate con pantaloni affusolati e francesine in suede.

image
Moschino FW 2015

E poi c’è Moschino e Cartoonia e quella che potrebbe apparire come una parodia della moda. Con rivisitazioni della famiglia dei Looney Tunes, l’esercito delle boxeur e delle rapper “Oh-Yeah!”, “teddybearismi” sulle magliette e strati di catene che pendono dai colli. Se fosse un programma televisivo rientrerebbe nella categoria trash. Invece è moda sebbene non abbia nulla in comune con Fendi e Prada. Ma l’unica espressione di moda che riesco a vedervi sono le “Lady Graffiti” delle dieci uscite finali che richiamano Gianni Versace e Cristian Lacroix dei primi anni Novanta.

Prada e Fendi meritano una menzione a parte a cui mi dedicherò nei prossimi giorni.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...