ZARA: GLI INDISPENSABILI PER LA PRIMAVERA

image

Vorrei tanto essere la persona che dice di fare quello che sta per fare. Quella che mette da parte i soldi per le Rockstud e poi non li spende per il nuovo fard di Chanel (perché avete ricamato le camelie sul blush Jardins des Camelias?) e l’ennesimo completino di seta nero e il cappottino in tweed di lana in saldo e a metà prezzo (e queste sono occasioni più uniche che rare!).
Vorrei essere la persona che quando dice che non sperpererà più soldi – e tempo – da Zara, poi si impegni seriamente e riesca nell’impresa di restare alla larga dalle porte di vetro di Palazzo Bocconi e non controlli un giorno si e l’altro pure i nuovi arrivi sullo shop online e non riempia il carrello come se quella shopping bag virtuale fosse l’unica fonte di vita.
Vorrei essere la ragazza che “Questo inverno non può finire se prima non avrò comprato un pellicciotto” e poi continua ad accumulare vestitini estivi che mai indosserà e del pelo sintetico neppure l’ombra (ma in fondo non è neppure colpa mia se le uniche pellicce ecologiche trovate, taglia XS, erano taupe o marrone o in ogni gradazione di beige che è l’unica gamma di colori che non si addice alla mia carnagione tendente al cadaverico!).
Vorrei essere più sensibile verso gli altri e meno nei confronti della nuvola di tulle color fragola dell’abito Giambattista Valli e dei fiori di Chanel e del candido chiffon di Valentino.
Vorrei essere troppe cose ma compio sempre gli stessi errori e tanto per non perdere l’abitudine ho aperto l’app di Zara e selezionato gli indispensabili per la prossima primavera.

Tanto per le Rockstud non c’è più speranza alcuna!

image

L’abito nero con le maniche a sbuffo che di nero nel mio guardaroba non ce n’è mai abbastanza. Ha la manica lunga che è perfetta d’inverno sotto il blazer e a primavera con gambe nude e high-heels. La collana ve la lascio volentieri.

imageBianco e nero e righe e il soprabito è servito.

imageFa un po’ Flora di Gucci e un po’ Chloé. Manica a tre quarti, bianco ma sporcato di quei fiori confusi che senza non sarebbe primavera.

imageRighe ne abbiamo? Verticali che slanciano la silhouette, pieghe che gonfiano la gonna – perché se le lo stacco di coscia non è quello di Gisele i volumi sotto i fianchi sono fondamentali – e tasche laterali che mi fanno impazzire (si nota dall’header, no?).

imageGingham is the new black! Certo, fosse in una nuance di azzurro chiaro e firmato Oscar de la Renta saremmo tutte più contente, ma anche in bianco e nero non è poi così male.

imageFendi la propone in ardesia con le orchidee stampate. Zara ne fornisce una versione con fiori stilizzati che faticano a schiudersi. Io già mi immagino un sabato pomeriggio, rilassata sul sofà, avvolta in questo velo di viscosa, Vogue in una mano, sachertorte nell’altra.

imageRighe ne abbiamo? Parte seconda. Sempre verticali che le orizzontali ingrassano anche chi – come me – non riempie una XS.

imageGlitter, punta, flats. Le scarpe dell’estate saranno bassissime e comodissime. Parola di Karl (Lagerfeld), conferma di Zara.

Poi ci sarebbe un cappottino fiorato di un leggerissimo celeste che però è tagliato ad uovo e sul mio fisico non va (ma l’ho già suggerito a quella stangona della mia sorellina). E un abitino rosso scarlatto che sembra un Giamba ma quando l’ho provato ho rischiato di restarci bloccata dentro, tanto era stretto lo spazio per fargli oltrepassare la testa. Quindi, bocciato. Infine una stampa bianca con delle graziose libellule argentee che per il momento hanno proposto su una maxi skirt e top corto ma io aspetto la versione mini dress che sono sicura non tarderà ad arrivare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...