HIGHLIGHTS DAL DUOMO

image

La settimana della moda milanese porta con sé un’aria frizzante e frenetica che ti travolge anche se la moda la vivi a distanza di cinquecento chilometri dalla Madonnina e le sfilate le guardi comodamente seduta sul sofà con l’ipad in mano. È un’energia vitale che due volte l’anno, per soli sei giorni, avvince le appassionate che hanno voglia di lasciarsi stupire ed incantare dalla creatività degli stilisti italiani che la moda l’hanno inventata quando ancora il mondo si abbigliava di cotoni informi e privi di orli. E Milano, ad ogni tour modaiolo, non smette mai di stupire per le molteplici prospettive che fornisce e le nuove idee che scombussolano totalmente i canoni estetici di un oceano fatto da tante gocce di acqua che faticano a stare insieme ma si tengono unite da quel tratto comune che è il Made in Italy. La creatività, l’attenzione ai dettagli, il coraggio di sperimentare visioni avanguardistiche in forme classiche e la ricerca di una libertà tutta nuova: tutto questo è Milano e tutto ciò è Moda.

Fendi SS15
Fendi: femminile e romantica con un twist grintoso che è proprio dell’heritage della casa di moda romana, la donna immaginata da Karl Lagerfeld e Silvia Venturini Fendi alterna i mini dresses dalla linea ad A con stampe di orchidee ai completi in pelle, agli abitini per la sera coperti di micro piumette in organza e stretti in vita da graziosi fiocchetti.
Emporio Armani SS15
Emporio Armani: una rapsodia in blu potrebbe essere il titolo di una collezione che mixa completi a maxi righe dai tagli maschili ed abiti girly movimentati da giochi di ruches in elettriche tonalità di blu.
Alberta Ferretti SS15
Alberta Ferretti: romanticismo estremo e spirito gitano si traducono in abiti impalpabili, decori floreali e frange declinate nelle nuances tenui di beige e lavanda.
Dsquared2 SS15
Dsquared2: la pelle prende colore nei completi top e pantalone e short e camicia e si tinge di nuances vivide che acquistano volume con piume e ruches, increspate come fossero fogli accartocciati.
Gucci SS15
Gucci: gli anni Settanta, le pellicce vintage, il denim nei lavaggi più scuri e il twist orientale degli abiti chiusi in vita come fossero kimono. Frida Giannini per Gucci ha reso omaggio al passato, innovando i capi iconici della maison.
Prada SS15
Prada: trenta tipi di broccato che sembrano estrapolati dai canapè di un salone settecentesco, il pizzo borda gli abiti con orli tagliati a vivo e i calzini fuoriescono dagli stivali scoprendo appena le ginocchia. Un’ode al patchwork che non è mai stato così raffinatamente elaborato.
D&G SS15
Dolce & Gabbana: bianco, nero e rosso sono i simboli di una collezione di ispirazione spagnola ma italiana nello stile, declinata nelle silhouettes che hanno fatto la fortuna del duo di stilisti e abbellite dai garofani sparsi sull’abito in pizzo e su un mare di pois.

In apertura Marni che ha festeggiato i primi venti anni con un mercato floreale declinato in linee orientali, volumi enfatizzati da sovrapposizioni di tessuti, stampe laminate nelle nuances più disparate e pellicce interamente ricoperte di fiori.

Annunci

13 thoughts on “HIGHLIGHTS DAL DUOMO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...